08/10/2014

Catechesi N. 42

A - Quando un credente segue il Maestro Divino, esso non arriva alla rovina personale, non va incontro a fallimenti e a scelte sbagliate.
B - La Grazia di Dio non permette il raggiungimento della depressione, tranne in quei cristiani che non pregano bene e non si curano di essere nella Grazia di Dio.
C - La soluzione per riparare e rimediare alle gravissime mancanze commesse in passato è Gesù. Non solo Egli dona il perdono e la Grazia nella Confessione, ma infonde il suo Spirito Divino che sprigiona nel credente una quiete gioiosa, facendolo rinascere a nuova vita.
D - Lo Spirito Santo visita esclusivamente i puri di cuore, li illumina e li ispira, fa conoscere la sua volontà ed elargisce i suoi doni.
E - “Satana usa anche Cardinali e Papi”..

Un apparizione straordinaria della Madonna a Maracaibo in Venezuela cliccare sotto per vedere il filmato

https://www.youtube.com/watch?v=OQ6sjMDhcdU 

https://www.youtube.com/watch?v=LJbsowp_v-o 

A - Quando un credente segue il Maestro Divino, esso non arriva alla rovina personale, non va incontro a fallimenti e a scelte sbagliate.
 Per raggiungere i pagani la strategia apostolica migliore era quella di convertire prima gli ebrei alla nuova dottrina rivelata dal Signore.
Bisognava formare un esercito di buoni cristiani per poi riversarsi verso lidi senza Dio e idolatrici.
Questa la spiegazione di una frase di Gesù altrimenti non compresa correttamente: "Non andate fra i pagani e non entrate nelle città dei Samaritani; rivolgetevi piuttosto alle pecore perdute della casa d’Israele".
Ai Dodici ordinava di non andare tra i Samaritani ma Lui vi andava.
Era Lui il Segno di Dio che poteva toccare tutti i cuori, mentre i Dodici non erano ancora assolutamente capaci con le loro forze di annunciare il Vangelo.

Questa è la spiegazione corretta, e non entra in contraddizione con tutti gli appelli di Gesù ad andare ovunque e a predicare il Vangelo.

Non era ancora il tempo di farli entrare nei villaggi di pagani per la loro incapacità di annunciare il Vangelo.
Essi dovevano formarsi e si trovavano nel momento della loro formazione spirituale.
Gesù conosceva benissimo i loro cuori e non li esponeva a fallimenti e a confusioni inopportune.
Quando un credente segue il Maestro Divino esso non arriva alla rovina personale, non va incontro a fallimenti e a scelte sbagliate.
Gesù vuole illuminare tutti ma trova quasi in tutti i credenti una spiritualità senza forma e variabile a seconda dell'umore della giornata.
Come fare per raggiungere una stabilità emotiva? Questi insegnamenti cristiani molto importanti dovete apprenderli dai vostri Padri spirituali.
Io qui voglio darvi tutto il possibile per aiutarvi a crescere nella santità, ma è molto diverso quando una spiegazione viene data di persona.
 
Sarebbe molto proficuo incontrarci qui in Associazione ed ascoltare le catechesi con maggiore tempo disponibile e la possibilità di dialogare.

Questi miei scritti sono sempre limitati rispetto agli argomenti che potremmo approfondire di persona.
Pertanto mi sforzo sempre di proporvi una formulazione semplice e chiara per dar modo a tutti di comprendere il vero cammino di perfezione.
Per ogni argomento occorre del tempo non prevedibile, ma già un'ora di catechesi permette di assimilare la struttura dell'impianto con maggiore convinzione.
Qui in Associazione verranno innumerevoli credenti a pregare davanti alla Grotta della Madonna di  Lourdes e ad ascoltare le  catechesi.
Il tempo è nelle mani di Gesù, in me non esiste assolutamente alcun desiderio di anticipare quel tempo e rimango sereno e gioioso obbedendo a tutto quello che dispone il Signore.
Tutta la mia consolazione è riposta nella volontà di Dio. La mia vita è completamente offerta a Lui!
Uno dei tanti temi importanti che faccio conoscere con le Catechesi è la spiegazione della coscienza.
Bisogna iniziare da qui per arrivare ad una maggiore conoscenza personale e i credenti quando ascoltano questi insegnamenti tornano a casa con una nuova consapevolezza e una grande forza spirituale per lottare contro il male e le tentazioni.

Come vi ho detto, qui in Associazione abbiamo iniziato la sistemazione della Via Crucis e tra qualche mese inizieremo la costruzione del parcheggio e occorrono le offerte per proseguire i lavori.
Solo con le vostre donazioni sarà possibile proseguire i lavori. In futuro, spero entro il prossimo anno, prenderemo una casa da adattare per ospitare gli anziani soli e autosufficienti.
Perché gli anziani non li vuole nessuno e sono un peso per tutti tranne che per Gesù.
Nella nostra Associazione sarà quindi possibile, spero in un futuro a breve, fare ritiri e incontri settimanali di preghiera, processioni e preghiere per ottenere molte Grazie.
Vi ringrazio di cuore per la vostra generosità.
Noi vi ricordiamo tutti nella preghiera della nostra Cordata Spirituale di tutti i giorni.
Aiutateci con le vostre donazioni e offerte a proseguire i lavori.
Venite a vedere i lavori in corso!
Buona preghiera a tutti.


B - La Grazia di Dio non permette il raggiungimento della depressione, tranne in quei cristiani che non pregano bene e non si curano di essere nella Grazia di Dio.
 Lasciare tutto è un intendimento  difficile e sono pochissimi quelli che riescono ad entrare nella comprensione di questa prospettiva.
Ci sono persone che lasciano tutto e scompaiono. Si trasferiscono lontano ed interrompono ogni relazione con i familiari e gli amici.
La causa di ciò può essere una delusione o l'incapacità di resistere alle pressioni di una società senza prudenza e senza semplicità.
È notizia di questi giorni che in Italia ufficialmente si contano quasi 3 milioni di depressi. C’è da ritenere che questa sia una stima approssimativa e superficiale.
Solo Dio conosce il numero reale dei depressi che verosimilmente è superiore di molto da quello indicato.
Alla depressione si arriva per tante ragioni.
Un solo rimedio però non viene quasi mai utilizzato: la preghiera !!!
La Grazia di Dio non permette il raggiungimento della depressione, tranne in quei cristiani che non pregano bene e non si curano di essere nella Grazia di Dio.

La guarigione dalla depressione è possibile con Gesù, anche se non immediatamente. Lui vuole guarire chi prega con Fede!

Il Signore è fedele alla parola data e desidera ardentemente sentire le nostre richieste di aiuto, piene di Fede, amore, umiltà.
Le citazioni seguenti vanno meditate con sapienza e memorizzate per attuarle nelle prove. Ricordatele spesso:

“Chiedete e vi sarà dato; cercate e troverete; bussate e vi sarà aperto” (Mt 7,7).
“In verità vi dico: Se avrete fede e non dubiterete, non solo potrete fare ciò che è accaduto a questo fico, ma anche se direte a questo monte: Levati di lì e gettati nel mare, ciò avverrà. E tutto quello che chiederete con fede nella preghiera, lo otterrete” (Mt 21,21-22).
“Qualunque cosa chiederete nel mio Nome, Io la farò, perché il Padre sia glorificato nel Figlio. Se mi chiedete qualcosa nel mio Nome Io la farò” (Gv 14,13).
“In verità, in verità vi dico: Se chiederete qualche cosa al Padre nel mio Nome, egli ve la darà. Finora non avete chiesto nulla nel mio Nome. Chiedete e otterrete, perché la vostra gioia sia piena” (Gv 16,23-24).
“Tutto quello che domandate nella preghiera, abbiate fede di averlo già ottenuto e vi sarà concesso” (Mc 11,24).

Queste citazioni ci indicano l'efficacia della preghiera quando viene fatta nel Nome di Gesù.
Bisogna chiedere le Grazie sempre per i meriti di Gesù, tenendo il cuore e la mente rivolte alla Mediatrice per eccellenza. Solo per mezzo di Lei otteniamo tutto dal Signore.
Come ho scritto all'inizio, la pratica di abbandonare la famiglia, e anche tutto il resto, per iniziare altrove una nuova vita è diffusa in tutto il mondo.
In questa scelta ci sono molta miseria e debolezza. Si può comprendere lo stato psichico delle persone che fuggono, ma non le loro scelte sconnesse.
Soprattutto negli Stati Uniti, nel giro di qualche ora uno dei due coniugi rientrando a casa non trova più nulla dell’altro che nel frattempo è fuggito, e non sa cosa pensare.
Forse questo coniuge non arriverà mai a capire la situazione traballante che viveva in famiglia e che necessitava della presenza di Gesù.
Innumerevoli sono anche coloro che abbandonano con il loro cuore la famiglia, e che però continuano a vivere con i familiari. Ciò senza gioia, cupi, e con la testa altrove, quasi ingabbiati dal legame sacramentale e di sangue con i propri figli.
Che vita è questa se manca l'amore e l'onestà?
La causa di ciò è la perdita dell'affetto verso il coniuge e molte spesso verso i propri figli.
Questo fa compiere infedeltà e doppiezze nei comportamenti che stordiscono la persona che le commette e fanno cadere nell'angoscia gli altri familiari.

L'affetto si può recuperare. A tutto c'è rimedio quando l'amore è presente nei cuori. Il Cristianesimo è l'unica e la vera Religione che da duemila anni insegna il perdono e la misericordia, l'accoglienza e la comprensione.

Abbandonare tutto per seguire Gesù è un'altra cosa. Innanzitutto non può essere una scelta del credente, ma una chiamata precisa di Dio.
E Dio riesce a comunicare la sua volontà dove c'è purità di cuore.
Se non c'è la capacità di comprendere la volontà di Dio, anche per altre scelte di minore importanza, la valutazione della scelta da intraprendere si deve compiere insieme al Padre spirituale.
Il quale non può imporre il suo pensiero ma evidenziare al credente la differenza tra la sua scelta umana ed eventualmente la pace e la gioia che derivano compiendo la scelta ispirata dal Divino.

Dove c'è la volontà di Dio il credente deve avvertire la pace, e la presenza di una preghiera più forte e umile. Ma non deve provocare il tutto da sé.

Gesù ha promesso agli Apostoli qualcosa di straordinario restando alla sua sequela.
E’ una chiamata che rivolge ai prescelti,  ma non perché i Sacerdoti sono i migliori. Al contrario essi sono i più incapaci e Dio vuole dimostrare attraverso loro, piccoli vermi, la sua Onnipotenza con le sue meravigliose opere.
Questo avviene solo quando si rimane fedeli a Lui.
Tutti quelli che almeno con il cuore abbandonano le cose inutili e dedicano tempo al Vangelo e alla preghiera, scelgono naturalmente una vita più spirituale, assaporano la vera pace interiore, ricevono in questa vita cento volte tanto di ciò che hanno abbandonato, però molto spesso ricevono molto più di cento volte tanto.
In più la salvezza eterna, un'eternità che si trascorrerà nella piena felicità in Paradiso e non nella disperazione dell'inferno. Senza fine.
Il grande San Benedetto ha lasciato ogni cosa, soprattutto la mentalità umana per rivestirsi abbondantemente dello Spirito di Dio.
Quindi, vale la pena abbandonare le cose inutili, i piaceri peccaminosi, i vizi che schiavizzano, considerando quello che si riceve! Buona preghiera a tutti.

C - La soluzione per riparare e rimediare alle gravissime mancanze commesse in passato è Gesù. Non solo Egli dona il perdono e la Grazia nella Confessione, ma infonde il suo Spirito Divino che sprigiona nel credente una quiete gioiosa, facendolo rinascere a nuova vita.
 Gesù spiega che un discepolo è autentico quando si sforza di diventare come il suo maestro, ma non potrà superare la spiritualità del maestro.
Sarà anche opinabile questa teoria riguardo le arti umane, siamo invece sicuri che nessuno riuscirà a superare il Maestro Divino.
Lui dice che è già una grande prova di amore raggiungere la spiritualità del Maestro, e l'affermazione "è sufficiente per il discepolo diventare come il suo maestro", sta ad indicare la piena acquisizione dell'insegnamento ricevuto, accolto, e fatto proprio.

Tutti i cristiani sono convinti di seguire Gesù, non tutti però desiderano diventare come il Signore, vivendo la sua Parola.

Così vediamo che solo una minima parte crede in questa affermazione di Gesù e lotta giornalmente per liberarsi dalle catene inique e salire con impegno il Monte della Trasfigurazione.
Pochi sono quelli che si prefiggono nella vita l'obbedienza ai Comandamenti, quindi sono pochi quelli che raccolgono grandi frutti di Grazia.
Un numero infinito di cristiani non conosce nulla del cammino spirituale e non prega, non esiste in essi alcun pensiero spirituale né c'è la preoccupazione della salvezza eterna.
Non c'è un Maestro da seguire, non c'è neanche un limite nella corruzione e nel condurre una vita disinvolta.
Cade nel vuoto l'invito che Gesù rivolge quantomeno ai cristiani.
Certamente non è spontaneo rinnegarsi o fare penitenze, così rimane sempre nella sofferenza il momento in cui chi soffre rientra in sé e scopre Dio, vede le proprie miserie, elenca le innumerevoli cadute rovinose e tutto il tempo sprecato in cose inutili.
 
L'amarezza più grande viene dall'impossibilità di poter tornare indietro e agire in modo diverso.

La soluzione per riparare e rimediare alle gravissime mancanze commesse in passato è Gesù.
Non solo Egli dona il perdono e la Grazia nella Confessione, ma infonde il suo Spirito Divino che sprigiona nel credente una quiete gioiosa, facendolo rinascere a nuova vita.
Questa rinascita spirituale inquieta e suscita molta invidia nel prossimo.
Il rimedio lo suggerisce Gesù stimolandoci ad ignorare gli attacchi che inevitabilmente arrivano, spesso anche da coloro che ci sono più vicini.
"Se hanno chiamato Belzebù il padrone di casa, quanto più quelli della sua famiglia! Non abbiate dunque paura di loro".
Nessun timore, quindi, perché per resistere pazientemente  siamo sorretti solo da una forza non più umana, una forza spirituale perché alimentata dal soprannaturale.
Potranno diffondere tante diffamazioni per l'invidia della vostra nuova vita, non potranno però togliervi la Grazia di Dio, né la pace interiore e la gioia.
Chi soffre in ultima analisi? Chi si arrabbia vedendovi con un volto gioioso e percependo la potentissima protezione della Madonna.
I cattivi sparlano per associare i buoni alle loro nefandezze.
Solo per poco tempo riescono a contenere nel segreto le loro malignità, perché verrà il tempo di Gesù e tutto sarà svelato.
"Nulla vi è di nascosto che non sarà svelato né di segreto che non sarà conosciuto".
Anche se i nostri nemici si danno un tono più arrogante per rafforzare la loro sfrontatezza, essi non ci devono preoccupare.
La reale inquietudine arriva dal dimenarsi dei diavoli, spesso silenziosi ma in attività per preparare qualche colpo improvviso contro ognuno di noi.
"E non abbiate paura di quelli che uccidono il corpo, ma non hanno potere di uccidere l’anima; abbiate paura piuttosto di colui che ha il potere di far perire nella Geènna e l’anima e il corpo".
La paura che ci indica Gesù è il sentore degli attacchi dai diavoli.
Molti se ne accorgono dopo avere commesso peccati gravi e c'è anche il loro deliberato consenso.
La vigilanza è la vittoria dei discepoli che vivono come il Maestro, è la loro grande capacità di resistenza perché vivono alla presenza di Dio e riescono a stoppare anche l'istinto irrazionale.
Dobbiamo avere una grandissima fiducia in Gesù e sua Madre. Invochiamoli di continuo per vincere le tentazioni e guarire dalle sofferenze.
Loro ci conoscono perfettamente, "perfino i capelli del vostro capo sono tutti contati".
Buona preghiera a tutti.

 

Santa Geltrude

D - Lo Spirito Santo visita esclusivamente i puri di cuore, li illumina e li ispira, fa conoscere la sua volontà ed elargisce i suoi doni.
Nella periodica intervista rilasciata ad una giornalista ateo, fondatore di un quotidiano, Papa Francesco rilascia dichiarazioni che necessariamente attirano l'attenzione di tutto il mondo.
Ovviamente non sono parole sulla Teologia perché queste interessano a un gruppo ristretto.
Nell'ultima intervista continua a parlare dei Preti pedofili, rivitalizzando forse una cicatrice diventata indolore in milioni di cattolici ma anche degli anticlericali.
La bomba che lancia davanti al giornalista ateo è tremenda per i prelati del mondo, quelli che guidano le diocesi e che dovrebbero vivere santamente e ricevere grande stima dai credenti: "Userò il bastone contro i preti pedofili, tra cui ci sono anche vescovi e cardinali".
Non c'è dubbio che la pedofilia all'interno della Chiesa è una piaga putrefatta.
Il problema riguarda la volontà di estirpare completamente questa putrida corruzione, ma sarà difficile sia per la quantità del numero da colpire sia per il calcolo della convenienza come si usa fare soprattutto in politica.

Si conoscono i vescovi e i cardinali dediti all'omosessualità, spesso attratti anche dai giovani che non superano i 16 anni!

Non sono altri a dovere fare i nomi, è compito della Santa Sede prendere provvedimenti.
Per la mia prudenza e la conoscenza dell'inutilità di chiedere interventi indispensabili sui prelati coinvolti in una lobby gay chiusa a riccio, omertosa al massimo e disinvolta nell'organizzare festini goliardici e le feste… a quelli che si permettono di conoscere i loro abomini.
La loro vendetta è inimmaginabile, quando devono colpire bersagli incapaci di replicare con documentazioni indiscutibili!
Oggi il Papa ha dato l'assist per indicare in questi prelati la rovina della Chiesa. Essi non fanno più nulla per il Regno dei Cieli ed impediscono intenzionalmente agli altri di compiere buone azioni.
Quali sofferenze li attendono dove c'è pianto e stridore di denti?
Gesù pensava soprattutto a certi vescovi e cardinali quando diceva queste parole: "Guai a voi, scribi e farisei ipocriti, che chiudete il Regno dei Cieli davanti agli uomini; perché così voi non vi entrate, e non lasciate entrare nemmeno quelli che vogliono entrarci" (Mt 23,13).
Vengono i brividi pensando alle conseguenze di queste parole. Ci riferiamo ad una condizione di totale accecamento intellettuale nei Consacrati che non vedono più la Verità di Dio, non vogliono più seguire i Comandamenti, non vivono più secondo il Vangelo, non avvertono interiormente la presenza di Dio e Lo combattono con una ribellione farneticante e inarrestabile.
Il Papa afferma oggi che la pedofilia riguarda anche i vescovi e i cardinali.
Essi sono stati scoperti pubblicamente anche se i nomi ancora non vengono fuori, perché solamente in questa soluzione si vedrebbe l'opportunità della denuncia e della scelta di togliere dai prestigiosi incarichi gli indegni e i corrotti.
La riflessione sulla corruzione di quanti, nella Chiesa, vivono un'omosessualità irrefrenabile o commettono pedofilia scandalosa è molto semplice.
Il punto che voglio spiegarvi è quale moralità seguono nei loro doveri di coscienza.
Senza una morale di riferimento, non esiste più un codice etico da seguire.
C'è improvvisazione ed è il minimo danno.
La gravità che allarma arriva dalle scelte orientate verso la complicità tra di loro, il modernismo e l'eliminazione dell'autentica Parola di Dio.
Quando in una diocesi di una zona del mondo si diffonde l'accusa di omosessualità o di pedofilia del vescovo o del cardinale, avviene una radicale destabilizzazione della spiritualità di centinaia di migliaia di credenti, senza considerare l'ulteriore allontanamento dei non credenti o dei tiepidi.
Chi sarà colpevole della dannazione eterna dei peccatori scandalizzati dai peccati contro natura dei Consacrati?
Di essi Gesù avverte: "Quanto vi dicono, fatelo e osservatelo, ma non fate secondo le loro opere, perché dicono e non fanno. Legano infatti pesanti fardelli e li impongono sulle spalle della gente, ma loro non vogliono muoverli neppure con un dito. Tutte le loro opere le fanno per essere ammirati dagli uomini: allargano i loro filattèri e allungano le frange; amano posti d'onore nei conviti, i primi seggi nelle sinagoghe e i saluti nelle piazze" (Mt 23,13-17).
È supremamente scandaloso vedere vescovi e cardinali con i gemelli ai polsi, chiamati gioielli eleganti.
Ho fatto una ricerca sul web per conoscere meglio questi gioielli e chiaramente richiedono la camicia alla francese per unire i due lembi.
Altre ricercatezze di lusso e una vita impregnata di affari e riunioni periodiche con politici, li svuotano completamente di Dio.

Come si può parlare del Vangelo se il cuore adora mammona e prova nausea al solo accenno degli insegnamenti di Gesù?

Questa mattina in Cappella ho chiesto a Gesù di aiutarmi nel preparare questo commento a causa della mia stanchezza. Forse l'aiuto che mi ha dato è stato troppo.
Questo commento di oggi è il minimo che manifesto per amore della Chiesa e per difendere la sana dottrina.
Scrivo appena qualche cosa rispetto a quanto conosco e sono molto preoccupato della crisi solenne nella Chiesa.
È solenne perché viene celebrata nelle funzioni liturgiche vuote del soprannaturale.
Già lo stesso linguaggio in molti casi ignora la Persona di Gesù, i Comandamenti, i suoi miracoli, la spiegazione corretta delle parabole.
Certo, chi è interiormente corrotto, come si può addentrare nella Parola di Dio per coglierne i significati voluti da Dio?
Deve cambiare vita, pentirsi, iniziare una preghiera costante e una vita virtuosa. Pratiche che devono attuarsi ininterrottamente, non c'è un limite né ci si può accontentare anche dopo avere compiuto grandi rinnegamenti.

Lo Spirito Santo visita esclusivamente i puri di cuore, li illumina e li ispira, fa conoscere la sua volontà ed elargisce i suoi doni.

Ci sono vescovi e cardinali che vogliono vivere seriamente la Parola di Dio, quindi il Papa si riferiva solo a un certo numero di vescovi e cardinali scandalosi.
Costoro sono prelati che hanno perduto la comunione con Dio e hanno scelto una vita diversa da quella insegnata dal Cristianesimo.
Questa loro nefasta scelta, in questo momento occultata, Dio la conosce perfettamente e li aspetta per elencare i loro scandali e gli allontanamenti dalla Chiesa di incalcolabili fedeli da loro prodotti.
Il tema che tratto oggi non ha preso un'altra direzione. Ho approfittato delle parole del Papa che ha citato i vescovi e i cardinali pedofili, ed inquadro il loro comportamento nel discorso di quei semi caduti "lungo la strada, poi vennero gli uccelli e li mangiarono".
Gesù dice che in questo caso la Parola viene ascoltata dai corrotti ma non la comprendono. E come potrebbero comprenderla per i peccati abominevoli che commettono?
Tra tutti i credenti in generale che conoscono la Parola, perché l'ascoltano o la proclamano, essi sono totalmente vulnerabili.
Satana ha un grandissimo potere su di essi e non appena trova del tempo disponibile… si avvicina a loro, rubando gli stessi ricordi del Vangelo, e infondendo in essi pensieri tremendi e viziosi, e intendimenti di corruzioni senza limiti.
Non possedendo la forza spirituale per resistere a questi attacchi, essi rimangono colpiti e affossati… negli scandali.
Meno rovinosa ma sempre dannosa è la situazione di quanti si identificano con il discorso del terreno sassoso e i rovi.
«Quello che è stato seminato sul terreno sassoso è colui che ascolta la Parola e l’accoglie subito con gioia, ma non ha in sé radici ed è incostante, sicché, appena giunge una tribolazione o una persecuzione a causa della Parola, egli subito viene meno.
Quello seminato tra i rovi è colui che ascolta la Parola, ma la preoccupazione del mondo e la seduzione della ricchezza soffocano la Parola ed essa non dà frutto.
Quello seminato sul terreno buono è colui che ascolta la Parola e la comprende; questi dà frutto e produce il cento, il sessanta, il trenta per uno».
Ringrazio Gesù per avere completato questo commento.
Pregate per me ogni giorno. Sono totalmente impegnato ad aiutare Gesù, Maria, gli ammalati fisici e spirituali e riposo poco. Ci sono molti impegni spirituali, insieme alle opere da realizzare per difendere la Chiesa di Cristo, diffondere la sana dottrina, salvare le anime.
Buona preghiera a tutti.

 

E - “Satana usa anche Cardinali e Papi”.
“Il diavolo usa anche laici, alcuni preti, consacrati, suore, vescovi, cardinali, persino Papi, per seminare la zizzania”.
Lo ha detto Papa Francesco nell’omelia della Messa per i 198 anni della Gendarmeria Vaticana.
Il Papa torna a parlare del demonio, questa volta usando toni ancora più duri, mettendo in guardia dall’opera del maligno, Satana, che riesce a sfruttare anche alti prelati o addirittura i Papi per seminare zizzania.
“Voi – ha detto Francesco ai gendarmi – custodite dal diavolo, dalle tentazioni nell’esterno, guardate le porte, le finestre perché in Vaticano non entri una bomba, ma ci sono bombe pericolosissime dentro.
State attenti, per favore. Perché nella notte di tante vite cattive, il nemico ha seminato la zizzania”.
Poi ha continuato il Pontefice: “Di bombe qui dentro ce ne sono tante, anche se la peggiore bomba che è dentro il Vaticano è la chiacchiera che minaccia ogni giorno la vita della Chiesa e la vita dello Stato, perché ogni uomo che chiacchiera qui dentro semina bombe in quanto uccide la vita degli altri”.
Nella festa di San Michele Arcangelo, santo patrono del Corpo della Gendarmeria, il Pontefice ha ribadito l’invito, rivolto anche l’anno scorso sempre ai gendarmi, di fare attenzione ed essere “sentinelle dei chiacchieroni”.
“Tanti laici, sacerdoti, tante suore, tante consacrate, vescovi, seminano il buon grano”, ha detto Francesco, “il diavolo però usa anche laici, alcuni preti, consacrati, suore, vescovi, cardinali, persino Papi, per seminare zizzania. Un pericolo che anche io ho perché il diavolo ti mette dentro la voglia”.
Prima di chiudere il Papa ha chiesto ai gendarmi, guidati dal comandante Domenico Giani, di avere il coraggio di rivolgersi direttamente a chi chiacchiera dentro al Vaticano e dire: “Per favore signore, per favore signora, per favore padre, per favore suora, per favore eccellenza, per favore eminenza, per favore santità, non chiacchierare, qui non si può!”.

Il Papa dice: Satana presenta le cose come buone, ma vuole distruggere l’umanità.

Satana presenta le cose come se fossero buone, ma la sua intenzione è distruggere l'uomo, magari con motivazioni "umanistiche".
Gli angeli lottano contro il diavolo e ci difendono. Questo, in sintesi, quanto ha detto il Papa nell'omelia mattutina a Casa Santa Marta, nel giorno in cui la Chiesa celebra la Festa dei Santi Arcangeli Michele, Gabriele e Raffaele.
Ce ne parla Sergio Centofanti:
Le letture del giorno ci presentano immagini molto forti: la visione della gloria di Dio raccontata dal profeta Daniele con il Figlio dell’Uomo, Gesù Cristo, davanti al Padre; la lotta dell’arcangelo Michele e i suoi angeli contro “il grande drago, il serpente antico, colui che è chiamato diavolo” e “seduce tutta la terra abitata” ma viene sconfitto, come afferma l’Apocalisse; e il Vangelo in cui Gesù dice a Nataniele: “Vedrete il cielo aperto e gli angeli di Dio salire e scendere sopra il Figlio dell’uomo”.
Papa Francesco parla della “lotta fra il demonio e Dio”:
“Ma questa lotta avviene dopo che Satana cerca di distruggere la donna che sta per partorire il figlio. Satana sempre cerca di distruggere l’uomo: quell’uomo che Daniele vedeva lì, in gloria, e che Gesù diceva a Nataniele che sarebbe venuto in gloria.
Dall’inizio la Bibbia ci parla di questo: di questa seduzione per distruggere, di Satana. Magari per invidia.
Noi leggiamo nel Salmo 8: ‘Tu hai fatto l’uomo superiore agli angeli’, e quell’intelligenza tanto grande dell’angelo non poteva portare sulle spalle questa umiliazione, che una creatura inferiore fosse fatta superiore; e cercava di distruggerlo”.
Satana, dunque, cerca di distruggere l’umanità, tutti noi:
“Tanti progetti, tranne i peccati propri, ma tanti, tanti progetti di disumanizzazione dell’uomo, sono opera di lui, semplicemente perché odia l’uomo. E’ astuto: lo dice la prima pagina della Genesi; è astuto.
Presenta le cose come se fossero buone. Ma la sua intenzione è la distruzione. E gli angeli ci difendono. Difendono l’uomo e difendono l’Uomo-Dio, l’Uomo superiore, Gesù Cristo che è la perfezione dell’umanità, il più perfetto.
Per questo la Chiesa onora gli angeli, perché sono quelli che saranno nella gloria di Dio – sono nella gloria di Dio – perché difendono il gran mistero nascosto di Dio, cioè che il Verbo è venuto in carne”.

“Il compito del popolo di Dio – ha affermato il Papa - è custodire in sé l’uomo: l’uomo Gesù” perché “è l’uomo che dà vita a tutti gli uomini”.
Invece, nei suoi progetti di distruzione, Satana inventa “spiegazioni umanistiche che vanno propriamente contro l’uomo, contro l’umanità e contro Dio”:

“La lotta è una realtà quotidiana, nella vita cristiana: nel nostro cuore, nella nostra vita, nella nostra famiglia, nel nostro popolo, nelle nostre chiese …
Se non si lotta, saremo sconfitti. Ma il Signore ha dato questo mestiere principalmente agli angeli: di lottare e vincere.
E il canto finale dell’Apocalisse, dopo questa lotta, è tanto bello: ‘Ora si è compiuta la salvezza, la forza e il Regno del nostro Dio e la potenza del suo Cristo, perché è stato precipitato l’accusatore dei nostri fratelli, colui che li accusava davanti al nostro Dio giorno e notte’”.

Il Papa, infine, invita a pregare gli arcangeli Michele, Gabriele e Raffaele e a “recitare quella preghiera antica ma tanto bella all’arcangelo Michele, perché continui a lottare per difendere il mistero più grande dell’umanità: che il Verbo si è fatto Uomo, è morto e è risorto.
Questo è il nostro tesoro. Che lui continui a lottare per custodirlo”.
Buona preghiera a tutti.

 


English Edition

Catechesis N. 42

A - When a believer follows the Divine Master, he does not arrive in the ruin staff, does not meet bankruptcies and wrong choices.
B - The Grace of God does not allow the achievement of the depression, except for those Christians who do not pray well and do not care to be in the Grace of God.
C - The solution to repair and remedy the most serious failings in the past it is Jesus. Not only He gives us his forgiveness and Grace in the Confession, but infuses his Divine Spirit that shines in the believer a quiet joyful, causing him to be reborn to a new life.
D - The Holy Spirit visit only the pure in heart, enlightens them and inspires them, makes his will known and bestows his gifts.
E - "Satan also uses Cardinals and Popes".

09 /07/2014

A - To reach the gentiles the better apostolic strategy was to first convert the Jews to the new doctrine revealed by God.
We had to form an army of good Christians and then poured into shores without God and idolatrous.
This was the explanation of a phrase of Jesus otherwise not properly understood: "Do not go among the Gentiles, and enter no town of the Samaritans, but go rather to the lost sheep of the house of Israel".
To the Twelve ordered not to go among the Samaritans but he went.
He was the Sign of God that could touch the hearts of all, while the Twelve were not yet absolutely capable with their forces to proclaim the Gospel.

This is the  correct explanation, and does not enter in contradiction with all appeals of Jesus to go out and preach the Gospel.

It was not yet the time to get them in the villages of pagans because of their inability to proclaim the Gospel.
They had to be formed and were at the time of their spiritual formation. 
Jesus knew well their hearts and not exposed them to failures and inappropriate confusions.
When a believer follows the Divine Master he does not arrive to ruin staff, he should not be meeting to failures and wrong choices.
Jesus wants to enlighten all but He locates almost in all believers a spirituality without form and variable depending on the mood of the day.
How can we reach an emotional stability? You must learn these very important Christians teachings by your Spiritual Confessors.
Here I would give you everything I can to help you grow in holiness, but it is very different when an explanation is given in person.
 
It would be very useful to meet us here at the Association and listen to the catechesis with more time available and the possibility of dialog.

These my writings are always limited with respect to the topics we could deepen in person.
Therefore I always make every effort to offer you a simple and clear formula in order for all to understand the true path to perfection.
For each topic it is needed not predictable time, but already one hour of catechesis allows you to assimilate the structure of the framework with greater conviction.
Here in Association will come countless believers to pray in front of the Grotto of Our Lady of  Lourdes and listen to the  catechesis.
The time is in the hands of Jesus, in my opinion there is absolutely no desire to anticipate that time and I remain serene and joyful obeying all what the Lord has.
All my consolation has been placed in the will of God. My life is completely offered to him!
One of the many important arguments that I do know with the Catechesis is the explanation of consciousness.
You have to start from here to get to a greater personal knowledge and the believers, when they hear these teachings, return home with a new awareness and a great spiritual strength to fight against evil and the temptations.

As I said, here in Association we have begun the accommodation of the Via Crucis, and in a few month we’ll start the construction of the park and we need the offers to continue the work.
Only with your donations it will be possible to continue the work. In the future, I hope within the next year, we will be taking a house to be adapted in order to accommodate the elderly people living alone  and self-sufficient.
Because nobody want the elderly and they are a weight for all except for Jesus.
In our Association it will then be possible, I hope in a future short-term, do retreats and weekly prayer meetings, processions and prayers to obtain many Graces.
Thank you for your generosity.
We remind you all in the prayer of our Spiritual Chordata of all the days.
Please help us with your donations and offers to continue the work.
Come see the work in progress!
Good prayer at all.
   

11 /07/2014

B - Leave everything is a difficult intention and very few are those who are able to enter in the understanding of this perspective .
There are people who leave everything and disappear. They move away and interrupt every relationship with their family and friends.
The cause of this may be a disappointment or an inability to withstand the pressures of a society without prudence and without simplicity.
It is news from these days that in Italy officially there are almost 3 million depressed. There is to believe that this is a rough and superficial estimate.
Only God knows the real number of depressed that it is likely and far superior to the one indicated.
The depression is coming for so many reasons.
But only one remedy is almost never used: the prayer!
The grace of God does not allow the achievement of the depression, except for those Christians who do not pray well and do not care to be in the Grace of God.

Healing from depression is possible with Jesus, even if not immediately. He wants to heal those who pray with Faith!

The Lord is faithful to the given word and yearns to hear our requests for help, full of Faith, love and humility.
The following quotes should be meditated with wisdom and stored to implement them in the actions. Remind them often:

"Ask and it shall be given you; seek, and ye shall find; knock and it shall be opened" (Mt 7,7 ).
"Verily I say unto you: if ye have faith, and will not doubt, ye shall not only do what is done to this fig tree, but even if ye shall say unto this mountain: Be thou taken up and cast into the sea, this will happen. And all things, whatsoever ye shall ask in prayer, believing, ye shall receive" (Mt 21.21 -22).
"Whatever you ask in my Name, I will do it, because the Father may be glorified in the Son. If you ask me anything in my name I will do" (Jn 14.13 ).
"Verily, verily, I say unto you: if ye shall ask anything of the Father in my name, he will give. Hitherto have ye asked nothing in my name. Ask, and ye shall receive, that your joy may be full" (Jn 16.23 -24).
"Everything that you ask in prayer, have faith that you have already obtained and you will be granted" (Mk 11.24 ).

These quotes show us the efficacy of the prayer when it is done in the Name of Jesus.
We need to ask Graces ever thanks to the merits of Jesus, holding the heart and mind directed the Mediatrix for excellence. Only by means of Her you get everything from the Lord.
As I wrote at the beginning, the practice of abandoning the family, and also all the rest, to begin elsewhere a new life is widespread throughout the world.
In this choice there are many poverty and weakness. You can understand the psychological state of people fleeing, but not their poor choices.
In the United States, in particular, in a few hours one of the two spouses returning home could no longer find nothing of the other which in the meantime has fled, and he does not know what to think.
Perhaps this spouse will never understand the situation very wobbly who lived in the family and that necessitated the presence of Jesus.
Countless are also those who leave with their heart  the family, and that , however, continue to live with the family. This without joy, gloomy, and with the head elsewhere, almost caged from sacramental bond and of blood with their children.
What a life is this if it is missing the love and honesty?
The cause of this is  the loss of affection toward the spouse and many often toward their children.
This ago leads to make infidelity and duplicities in behaviors that stupefy the person who commits them and drops in the anguish the other members of the family.

The affection can be recovered. To everything there is a remedy when love is present in the hearts. Christianity is the one and true religion that for two thousand years teaches forgiveness and mercy, the acceptance and understanding.

Leave everything to follow Jesus is another thing. First of all, there may not be a choice of the believer, but a precise call of God.
And God is able to communicate his will where there is purity of heart.
If there is no ability to understand the will of God, also for other choices of minor importance, the evaluation of the choice of action must be done together with the spiritual Father.
Which may not impose his thought but highlight to the believer the difference between its  human choice and possibly the peace and joy that arise are making the choice inspired by the Divine.

Where there is the will of God the believer should feel the peace, and the presence of a prayer stronger and humble. But it must not cause the rest.

Jesus promised the Apostles something extraordinary without prejudice to his disciples.
It is a call that addresses the selected,  but not because the Priests are the best. On the contrary, they are the most incapable and God wants to demonstrate through their, small worms, his Omnipotence with its wonderful actions.
This only happens when remains faithful to Him.
All those who at least with the heart are abandoning the useless things and devote time to the Gospel and to pray, of course chose  a life more spiritual, experiencing the true inner peace, receiving  in this life one hundred times as much of what they have been abandoned, but very often receive much more than a hundred times as much.
Additionally the eternal salvation, an eternity which you will spend the full happiness in Paradise and not in despair of hell. Without order.
The great Saint Benedict has left everything, especially the human mentality, to clothe himself abundantly for the Spirit of God.
Therefore, it is worth leaving the useless things, the sinful  pleasures, the vices that enslave, considering what you receive! Good prayer at all.

 12 /07/2014

C - Jesus explains that a disciple is authentic when strives to become like his teacher, but will not exceed the spirituality of the maestro.
It is also questionable this theory about the human arts, however, we are  sure that nobody will be able to overcome the Divine Master.
He says it's already a great proof of love reach the spirituality of the Master, and the statement " is sufficient for the disciple become like his teacher", is used to indicate the  full acquisition of the received education, accepted, and made its own.

All Christians are convinced to follow Jesus, but not everyone want to become like the Lord, living his Word.

Thus, we see that only a minimum part believes in this saying of Jesus and fight daily to get rid of the iniquitous chains and climb with commitment the Mount of the Transfiguration.
Few are those intended in life the obedience to the commandments, and then there are few who collect large fruits of Grace.
Many Christians do not know anything of the spiritual journey and do not pray, it does not exist in them any spiritual thought nor the concern of eternal salvation.
There is not a Master to follow, neither is there a limit to the corruption and to lead a coughed life.
Falls in the vacuum the invitation that Jesus addressed at least to the Christians.
Certainly, it is not spontaneous disown or do penance, so always remains in suffering the time in which those who suffer fall in themselves and discover  God, see their own miseries, list the innumerable severe drops and all the time wasted in useless things.
 
The more great bitterness comes from the inability to be able to go back and act in a different manner.

The solution to repair and remedy the most serious failings done in the past is Jesus.
Not only He gives us his forgiveness and Grace in the Confession, but infuses his Divine Spirit that shines in the believer a joyful quiet, causing him to be reborn to a new life.
This spiritual rebirth restless and arouses much envy in the next.
Jesus suggests the remedy stimulating us to ignore the attacks that will inevitably arrive, often by those who are closest to us.
"If they have called Beelzebub the master of the house, the more those of his family! So do not be afraid of them".
No fear, then, because to resist patiently  we are supported only by a not more human force, a spiritual force, because fed from supernatural.
People can spread many defamation for the envy of your new life, however they cannot take away the Grace of God, nor the inner peace and joy.
Ultimately who is going to suffer? Anyone who gets angry  seeing you with a happy face and perceiving the powerful protection of Our Lady.
The bad guys are speaking negatively about to associate the good to their abominations.
Only for a short time they are able to contain the secret and their malignities, because it will come the time of Jesus and all will be revealed.
"There is nothing hidden that will not be revealed nor secret that shall not be known".
Even if our enemies will give a tone more arrogant to strengthen their cheek, they did not  need to worry about .
The real concern comes from the thrashing of the devils, often quiet, but in activity to prepare a few sudden swipe against each one of us.
"Do not fear those who kill the body, but cannot kill the soul; fear rather than one who has the power to destroy into Hell both the soul and the body".
The fear that shows us Jesus is the scent of the attacks by the devils.
Many people realize it after having done serious sins also with their deliberate consent.
Vigilance is the victory of the disciples who live like the Master, it is their great capacity for resistance because they live in the presence of God and are able to stop also the irrational instinct.
We have to have a great deal of faith in Jesus and his Mother. Let us invoke them continuously so that they may overcome the temptations and heal from the suffering.
They know us perfectly, "even the hairs of your head are all numbered".
Good prayer at all.

  

13 /07/2014

D - In periodic interview to an atheist journalist, founder of a newspaper, Pope Francis releases statements that necessarily attract the attention of the whole world.
Of course these are not words on Theology because they are of interest to a small group.
In the last interview he continues to speak of pedophile Priests, perhaps revitalizing a scar become painless in millions of Catholics but also of the anticlerical.
The bomb that launches in front of the atheist journalist is tremendous for the prelates of the world, those that guide the diocese and that should live a holy life and receive great esteem by believers: "I will use the stick against the pedophile priests, among which there are also bishops and cardinals".
There is no doubt that the pedophilia within the Church is a rotten scourge.
The problem is with the intention of eradicating this putrid corruption, but it will be difficult for both the amount of the number to hit both for the calculation of the convenience as you do use especially in politics.

You know the bishops and cardinals who are dedicated to homosexuality, often attracted also by the young people who do not exceed the 16 years!

The other are not supposed to name names, it is the job of the Holy See to take measures.
For my prudence and knowledge of the worthlessness of ask essential work on prelates involved in a gay lobby closed like a clam, conspiratorial to the maximum extent and uninhibited in organizing  goliardic feasts and parties… to those that allow you to learn their abominations.
Their revenge is unimaginable, when they must hit targets incapable to replicate with indisputable documentation!
Today, the Pope gave the assist to identify in these prelates the ruin of the Church. They are no longer doing anything for the Kingdom of Heaven and intentionally prevent to the others to do good deeds .
What a kind of sufferings await them where there is weeping and gnashing of teeth?
Jesus thought especially to certain bishops and cardinals when he said these words: "Woe unto you, scribes and Pharisees, hypocrites, that shut the Kingdom of Heaven against men; because then you will not enter, and will not allow to enter even those who want to join them" (Mt 23.13 ).
The shivers come thinking about the consequences of these words. We refer to a condition of total intellectual blindness in Consecrated who no longer see the  Truth of God, no longer want to follow the Commandments, no longer live according to the Gospel, do not feel  inwardly the presence of God and fight against Him with a ranting and unstoppable rebellion.
The Pope says today that the pedophilia also concerns the bishops and the cardinals.
They have been discovered publicly even if the names are still not out, because only in this solution would be the opportunity of the complaint and of choice to remove from prestigious positions the unworthy and the corrupt.
The reflection on the corruption of those who, in the Church, were living in an irrepressible homosexuality or commit scandalous pedophilia is very simple.
The point that I would like to explain is which morality they follow in their duties of conscience.
Without a moral of reference, no longer exists a code of ethics to follow.
There is improvisation and this is the minimal damage.
The gravity that alarmed arrives by the choices oriented toward complicity among them , the modernism and the elimination of the authentic Word of God.
When in a diocese of an area of the world the accusation of homosexuality or pedophilia of the bishop or cardinal spreads, there is a radical destabilization of the spirituality of hundreds of thousands of believers, without considering the further removal of the non-believers or of the lukewarm.
Who will be guilty of the eternal damnation of sinners offended  by the sins against nature of Consecrated?
To them Jesus warns: "What they tell you, do and observe it, but do not ye after their works; for they say, and do not. They bind heavy burdens and lay them on men's shoulders; but they themselves will not move them with their finger. They do all their deeds to be seen of men: they make their phylacteries broad and their fringes longer; they love the place of honor at feasts and the best seats in the synagogues and greetings in the squares" (Mt 23.13 -17).
It is supremely scandalous see bishops and cardinals with the twins  on their wrists, called elegant jewels.
I did a search on the web to get to know these jewels and clearly they require the French jacket to join the two flaps.
Other sweetness of luxury and a life steeped in business and regular meetings with politicians, completely empty them of God.

How can we speak of the Gospel if the heart loves mammon and tests nausea to the first mention of the teachings of Jesus?

This morning in the Chapel I asked Jesus to help me in preparing this comment because of my tiredness. Perhaps the help He gave me was too much.
This comment of today is the minimum that I manifesto for love of the Church and to defend the sound doctrine.
I just write a few thing compared to what I know and I am very concerned about the solemn crisis in the Church.
It is solemn because it is celebrated in liturgical functions empty of the supernatural.
The same language in many cases already ignores the Person of Jesus, the Commandments, his miracles, the correct explanation of the parabolas.
Certainly, who is inwardly corrupt, how can he dig into the Word of God to understand the meanings intended by God?
He must change his life and repent, begin a constant prayer and a virtuous life. Practices that must be implemented continuously, there is not a limit nor we can be satisfied even after having made great denials.

The Holy Spirit only visits the pure in heart, enlightens them and inspires them, makes his will known and bestows his gifts.

There are bishops and cardinals who want to live seriously the Word of God, then the Pope referred only to  a certain number of scandalous bishops and cardinals.
They are prelates who have lost their communion with God and have chosen a different life from the one taught by Christianity.
God perfectly knows their pernicious choice, in this moment concealed, and He is waiting for them in order to list their scandals and the expulsions from the Church of many faithful caused by them.
The theme that I section today has not taken another direction. I took advantage of the Pope's words that have mentioned the bishops and the cardinals pedophiles, and I formulate their behavior in the discourse of those fallen seeds "along the road, then the birds came and ate them".
Jesus says that in this case the Word is heard from corrupts but they do not understand it. And how could they understand it due to the abominable sins that they commit?
In general among all the believers who are familiar with the Word, because they have heard or proclaim it,  they are totally vulnerable.
Satan has a great power over them and as soon as it finds some time available… he approaches them, stealing  the same memories of the Gospel, infusing them  with tremendous and vicious thoughts, and with intentions of defilements without limits.
Not possessing the spiritual strength to resist to these attacks, they remain  affected and sagging… over scandals.
Less destructive but always harmful is the situation of those who identify themselves with the speech of the  stony land and thorns.
"That who has been sown on stony land is the one who hears the Word and welcomes with joy, but he has not in himself roots and is inconstant, so that, as soon as it arrives a tribulation or persecution because of the Word, immediately he is less.
That who was sown among the thorns is the one who hears the Word, but the concern of the world, and the seduction of wealth, choke the Word, and it will not give fruit.
That who was sown on good soil is the one who hears the Word and includes it; this gives fruit and produces one the hundred, the sixty, the thirty per one".
Thank You Jesus for completing this comment.
Please pray for me every day. I am totally committed to help Jesus, Mary, the  physical and spiritual sick’s and I rest a little. There are many spiritual commitments together with the works to realize for defending the Church of Christ, spread the sound doctrine, save souls.
Good prayer at all.

 

4 /10/2014

E - "Satan  also uses Cardinals and  Popes".
"The devil also uses lay people, some of the priests, consecrated persons, sisters, bishops, cardinals, even Popes, to sow tares".
The Pope Francesco said it in the homily of the Mass for the 198 years of the Vatican Police.
The Pope returns to speak of the devil, this time using tones even more hard, and he warned by the work of evil, Satan, who is able to exploit even high prelates or even the Popes to sow discord.
"You - has said Francis to the gendarmes - guarded by the devil and the temptations in the outside, watch the doors, the windows because in the Vatican does not enter a bomb, but there are deadly bombs inside.
Please beware. Because on the night of so many bad lives, the enemy has sown tares".
Then continued the Pontiff: "Bombs here there are so many, even if the worst bomb that is inside the Vatican is the gossip that threat, every day the life of the Church and the life of the State, because every man that chat here within plants  bombs because he kills the life of others".
On the feast of St. Michael the Archangel, patron saint of the Body of the Gendarmerie, the Pontiff reaffirmed the invitation, even last year always done to the gendarmes, to be careful and to be "sentinels of the garrulous".
"A lot of lay people, priests, many sisters, many consecrated bishops, sow the good seed", says Francis, "but the devil also uses lay people, some of the priests, consecrated persons, sisters, bishops, cardinals, even Popes, to sow discord. A danger that even I have myself, because the devil puts you inside the desire".
Before closing the Pope asked the gendarmes, guided by the master Domenico Giani, to have the courage to go directly to those who chat inside the Vatican and say: "Please lord, please madam, please father, please nun, please your excellency, please your eminence, please your holiness, do not chat, here it is not allowed! ".

The Pope says : Satan shows things such as good, but it wants to destroy humanity.

Satan presents things as if they were good, but its intention is to destroy the man, perhaps with  "humanistics" reasons.
The angels are fighting against the devil and defend us. This, in summary, is what  the Pope said in his morning homily at Santa Marta House, on the day in which the Church celebrates the Feast of the Archangels Michael, Gabriel and Raphael.
Sergio Centofanti talks to us about it:
The readings of the day present to us very strong images: the vision of the glory of God narrated by the prophet Daniel with the Son of Man, Jesus Christ, before the Father; the fight put up by the Archangel Michael and his angels against "the great dragon, that ancient serpent, who is called the devil" and "deceiver of the whole inhabited land" but he is beaten, as says the Book of Revelation; and the Gospel in which Jesus says to Nathaniel: "You will see heaven opened, and the angels of God ascending and descending upon the Son of man".
Pope Francis speaks of the "struggle between the devil and God":
"But this fight occurs after that Satan seeks to destroy the woman who is about to give birth the son. Satan always tries to destroy the man: the man that Daniel saw there, in glory, and that Jesus was saying to Nathaniel that would come in glory.
From the outset, the Bible speaks of this: this seduction to destroy, of Satan. Maybe for envy.
We read in Psalm 8: 'Thou made the man better than the angels', and that intelligence so great of the angel could not bring on the shoulders this humiliation, that a lesser creature was made higher; and tried to destroy it".
Satan, therefore, seeks to destroy humanity, all of us:
"Many projects, except for their sins, but many, many projects of dehumanization of man, are the work of him, simply because she hates the man. Ii is clever: it says the first page of Genesis; it is smart.
Presents things as if they were good. But its intention is the destruction. And the angels are defending us. They defend the man and defend the God-Man , the superior Man, Jesus Christ which is the perfection of humanity, the more perfect.
For this reason, the Church honors the angels, as they are the ones that will be in the glory of God – they are in the glory of God - because they are defending the great mystery hidden in God, that is to say that the Verb come in the flesh".

"The task of the people of God - has said the Pope – is to keep in himself the man: the man Jesus" because " is the man who gives life to all men".
Instead, in its plans to destruction, Satan invents "humanistic explanations that should be properly against the man, against humanity and against God":

"The fight is a daily reality, in the Christian life: in our hearts, in our lives, in our family, in our people, in our churches ...
If we do not fight, we will be defeated. But the Lord has given this job mainly the angels: to fight and win.
And the final song of the Apocalypse, after this fight, it is so beautiful: 'Now is the salvation, the power, and the Kingdom of our God and the power of his Christ, because the accuser of our brethren, who accused them before our God day and night has been precipitated'.

Finally, the Pope invites us to pray the Archangels Michael, Gabriel and Raphael, and to "recite that old but so beautiful prayer to the archangel Michael, so that he  continue to fight to defend the greatest mystery of humanity: that is the Verb who became man,  died and has risen.
This is our treasure. That he continues to fight to preserve it".
Good prayer at all.

 

  

 
 

 

 
Madonna Orione
Madonna di Lourdes San Luigi Orione

Come trovarci

Associazione
Amici nostra Signora di Lourdes
San Luigi Orione

Via Cascina Nuova n° 5
23873    Missaglia ( LC )

Tel. 338 2519542  -  340 0694979  -  039 9241201

Ci troviamo il:
Lunedì - Martedì - Mercoledì - Giovedì e Venerdì -  dalle ore 8,30 alle ore 12,30


Il pomeriggio dalle ore 14 fino alle ore 17 per i soli Malati spirituali telefonare per l'appuntamento.

Tutti i Venerdì sera ore 20,30 Santo Rosario ore 21 la Messa dei Malati
La domenica dalle ore 14,30 fino alle ore 19,30

Aiuta l'Associazione

Sostieni la nostra Associazione con un'offerta anche piccola. Un grazie di vero cuore a tutti i Benefattori. Stiamo cercando una casa per accogliere gli anziani soli. Aiutateci.

Amount
 EUR